ESTA: il primo passo per andare in USA

ESTA

In tanti mi chiedono come fare per andare in Florida e rimanerci per vivere e lavorare. Non posso dire che sia facile, dipende da come ci si propone.

Se è tua intenzione andare senza le idee chiare, pur con molta disponibilità finanziaria, avrai poche possibilità di riuscita. Gli USA sono molto selettivi e vogliono che tu porti beneficio alla nazione e non che tu vada per cercare lavoro: devi portare un’idea di business che faccia lavorare gli americani.

Se invece sei interessato ad andare per non più di sei mesi l’anno perchè magari hai un business immobiliare in Florida allora continua a leggere, le informazioni che seguono ti serviranno certamente.

Andiamo per gradi e iniziamo con il visto più semplice da ottenere, l‘ESTA. La richiesta dell’ESTA è possibile solo per i cittadini di nazioni che hanno stretto accordi con gli USA: tra queste fortunatamente c’è anche l’Italia. In realtà non è un visto vero e proprio ma una semplice autorizzazione a partire. Il senso di questo permesso (chiamiamolo così) è quello di dare al governo USA la possibilità di esaminare i viaggiatori tempo prima della loro partenza. Non è detto però che potrai entrare negli USA. Lo vedremo tra poco.

L’ ESTA (Electronic System for Travel Authorization)  è valido per due anni (rinnovabile) e ti permette di soggiornare come turista o per affari, per 6 mesi in un anno, per un massimo di 90 giorni consecutivi.

Una cosa molto importante: per andare in USA devi avere un passaporto elettronico. È una condizione assolutamente necessaria.

Detto questo torniamo al nostro ESTA.

Per richiederlo devi andare sul sito dell’ambasciata americana in Italia che trovi a questo indirizzo e da lì fai la procedura online. In pochi minuti completerai tutto.

Ti faccio vedere come fare. Per prima cosa vai sul sito dell’ambasciata e clicca sulla sezione Visas

ESTA

Dopo di che vai sulla sezione per l’autorizzazione ESTA che trovi sulla sinistra

ESTA 2

e da lì clicca sulla versione in italiano. Troverai tutte le spiegazioni sulla nuova politica per il rilascio dell’ESTA in vigore dal 21 Gennaio 2016 (che pone delle limitazioni se hai fatto viaggi in Siria, Iraq e altri paesi): alla fine della pagina, in ultima riga, ecco finalmente il link che ti porta alla richiesta

ESTA 3

Cliccaci sopra e arriverai a questa pagina

ESTA 4

dove sceglierai se avviare una nuova richiesta oppure controllare quella tua esistente. A quel punto compila le informazioni richieste ed entro 72 ore (in genere anche prima) riceverai per email la tua autorizzazione a partire per gli Stati Uniti. 

Come dicevo prima, con l’ESTA non hai la certezza di poter entrare. Ora non allarmarti, le motivazioni  per un diniego dell’autorizzazione devono essere piuttosto pesanti. Per darti un’idea, motivi  possono essere la presenza di malattie mentali o contagiose, uso di droga o precedenti penali.

Con l’ESTA, lo ripeto, non puoi lavorare. Puoi fare affari (ad esempio comprare una casa), questo sì, ma non puoi lavorare in un’azienda o in un’attività di terze persone.

Per quello occorrono altri tipi di visti di cui parlerò nei prossimi articoli.

Have a Sunshine Day!

Robert

2 Comments

  • ALBERTO

    Reply Reply 08/11/2016

    BUON GIORNO GIOVANE !
    LE AVEVO SPEDITO UNA EMAIL IN QUANTO NON ERO RIUSCITO AD APRIRE IL SUO VIDEO.

    GRAZIE MOLTO INTERESSANTE.

    RITENGO UN OTTIMA SCELTA.

    COME PIANIFICARE UNA VISITA ED UN INCONTRO CON LEI ?

    CORDIALI SALUTI

    • Robert De Musso

      Reply Reply 08/11/2016

      Ciao Alberto,

      ti ho risposto alla mail che mi hai mandato

Leave A Response

* Denotes Required Field