Società-Negli-Stati-UnitiAprire una società negli Stati Uniti, in confronto a quanto serve per aprirla in Italia, è una passeggiata. Non sono assolutamente filoamericano, ma apprezzo molto la loro praticità e il rispetto per le leggi, poche ma valide.
In Italia per aprire una società (consideriamo per esempio una S.r.l.) dobbiamo mettere in preventivo la spesa per il notaio, 2500 € come minimo, depositare in banca una cifra in base al capitale sociale ed affidarci a un commercialista, che non lavorerà certamente gratis. A questo aggiungiamoci anche le varie ed eventuali che in Italia non mancano mai.
Negli Stati Uniti, invece, la situazione è molto più semplice e volendo si può anche operare anche dall’Italia.
Prendiamo l’esempio di una LLC (Limited Liability Company) che è la forma giuridica che più si avvicina alla S.r.l. italiana.
La prima cosa che dobbiamo fare è verificare se il nome che abbiamo scelto per la nostra LLC è già presente nel registro delle imprese in Florida, attraverso il sito SunBiz.org.
Se abbiamo avuto sufficiente fantasia ed il nome è libero, nel passaggio successivo ci troveremo davanti ad un bivio: delegare la pratica a un commercialista (CPA) piuttosto che ad un avvocato (Attorney) oppure usufruire dei servizi di alcune compagnie che sbrigheranno tutta la prassi per nostro conto.
Personalmente ho utilizzato MyNewCompany, compilando il modulo con tutti i dati richiesti e facendo il pagamento di circa 400 $. Io personalmente ho una Corporation (che si avvicina di più ad una S.p.a) ma la cifra spesa è più o meno la stessa.
Sai quanto costa una S.p.a. in Italia? Lascio a te il piacere di scoprirlo…
Una volta ricevuta tutta la documentazione, entro una decina di giorni potremmo richiedere il FEIN (Federal Employer Identification Number) alla Internal Revenue Service, semplicemente facendo una telefonata.
È evidente che in questo passaggio risulta necessario parlare correttamente la lingua inglese, ma se non siete in grado potete farvi aiutare da un amico che conosce la lingua e che parlerà con l’impiegato per conto vostro. Sconsiglio comunque questo sistema: se non ti senti sicuro sempre meglio rivolgersi ad un professionista che saprà aiutarti per il meglio.
L’ultimo step è l’apertura di un conto corrente nello Stato in cui si è costituita la società.
Purtroppo, dopo l’attacco alle Torri Gemelle del 2001, la legge prevede la presenza fisica del titolare del conto o del presidente della società. Mentre tutte le altre operazioni le puoi fare dall’Italia, questa la devi fare necessariamente in loco.
Ma in Florida ci vorrai andare sì o no? Guarda che ne vale veramente la pena.
Have a Sunshine Day!
Robert

    2 replies to "Aprire una società negli Stati Uniti"

    • Export America

      Ciao Robert, complimenti per lo stile. Si riuscito a rendere leggero un argomento che a volte è difficile da spiegare. Vorrei segnalare anche la possibilità di sfruttare il North Carolina per aprire una società negli USA. A parte la convenienza rispetto al farlo in Italia, è da evidenziare la qualità della vita alta ed il costo della stessa tra le più basse degli States. Infine le tasse…. da tre anni le più basse degli USA, Certo poi è vero….. la Florida è più divertente da vivere!!! Have a nice day!!!

      • Robert De Musso

        Grazie per il commento.

        Robert

Leave a Reply

Your email address will not be published.